Modifica la dimensione del carattere


Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 1 messaggio ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: STERILIZZAZIONE DELLA CAGNA - CASTRAZIONE DEL CANE
MessaggioInviato: 27 settembre 2011, 21:44 
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 18 luglio 2011, 19:36
Messaggi: 222
Sterilizzazione della cagna


Articolo a cura del Dott. Daniele Barberini

Per sterilizzazione si intende l’asportazione chirurgica degli organi riproduttori femminili, quindi ovaie e utero, con conseguente impossibilità dell’animale a procreare e può essere eseguita una volta raggiunta la maturità sessuale da parte della cagna. L’età indicativa va dai 9 ai 12 mesi a seconda della razza con un range compreso tra i 6 e i 24 mesi, ricordando che comunque i cani di taglia piccola sono più precoci di quelli di grossa taglia.

La cagna presenta il calore ogni 6 mesi circa ad eccezione della razza basenji che presenta un solo ciclo all’anno.
I motivi principali per cui tale chirurgia viene effettuata sono dovuti alla volontà dei proprietari di non avere problemi durante il calore del loro animale come le perdite ematiche più o meno abbondanti a seconda della taglia e della produzione endogena di estrogeni, o come l’impossibilità di portare al parco la propria cagna perché tutti i cani maschi cercano di montarla rendendo impossibile la passeggiata, o per evitare gravidanze indesiderate nel caso l’animale viva a contatto con dei cani maschi interi.

A questi motivi di natura pratica si aggiungono anche delle ragioni prettamente mediche quali quella di evitare l’insorgenza di patologie a carico delle ovaie, come le cisti ovariche responsabili di alterata produzione di estrogeni e progesterone con aumento della frequenza o soppressione totale dei calori durante l’anno, lo scolo vulvare ematico, l’alopecia bilaterale e le alterazioni nella crasi ematica (pancitopenia aplastica) o come le emorragie o gli ematomi secondari a traumi di varia natura, o come le neoplasie responsabili sia di squilibri ormonali se determinano alterazioni nella secrezione degli ormoni sessuali sia di sintomi strettamente correlati alla disseminazione metastatica del tumore che avviene prevalentemente per esfoliazione a livello addominale con versamento addominale imponente e interessamento secondario di vari organi vitali quali il fegato, i reni, l’intestino e il diaframma.

Per quanto riguarda invece le patologie che possono colpire l’utero possiamo avere le infezioni (soprattutto in cagne anziane che presentano dopo il calore la pseudo-gravidanza perché la mucosa uterina è per più tempo soggetta all’azione del progesterone), le emorragie o le rotture in seguito a traumatismi importanti e i tumori che risultano essere comunque meno frequenti e meno gravi di quelli ovarici.

Un’altra ragione per cui si consiglia di sterilizzare una cagna è per ridurre la percentuale di sviluppare con il tempo tumori mammari poiché tali tumori sono in parte ormono-dipendenti: infatti se la chirurgia viene eseguita prima del manifestarsi del II° calore si riduce l’azione degli ormoni sessuali sui recettori presenti a livello del tessuto mammario.

Fattori negativi o di rischio associati alla sterilizzazione sono i rischi legati alla chirurgia (possibili emorragie per cedimento delle legature intorno ai vasi), i rischi anestesiologici legati ad allergie ai farmaci utilizzati o alle condizioni metaboliche del paziente (a tal proposito si consiglia sempre di eseguire degli esami del sangue pre-operatori), la tendenza degli animali ad ingrassare poiché si rallenta il loro metabolismo e si riduce la loro attività fisica (non sempre si manifesta soprattutto se l’animale è giovane e comunque è sufficiente modificare l’apporto quali/quantitativo dell’alimento da parte del veterinario curante) e ultima la remota possibilità (circa 1%) che le cagne sterilizzate (soprattutto se di peso superiore 30 kg) possano sviluppare incontinenza.

Castrazione del cane


Articolo a cura del Dott. Daniele Barberini

Per castrazione si intende l’asportazione chirurgica degli organi riproduttori maschili, i testicoli, e può essere eseguita a qualsiasi età dell’animale una volta raggiunta la maturità sessuale (differente a seconda della razza del cane e mediamente essa avviene prima nei cani di taglia piccola rispetto alle razze grandi o giganti).

I motivi principali per cui viene eseguita nel cane sono: cercare di ridurre l’aggressività sia verso gli altri animali che verso le persone; per evitare gravidanze indesiderate in caso di coabitazione con delle femmine; in caso di introduzione in un ambiente dove sono già presenti dei maschi per favorire l’inserimento del nuovo arrivato; per ridurre la possibilità che l’animale avverta la presenza di femmine in calore e scappi col rischio di provocare incidenti stradali (spesso mortali sia per l’uomo che per l’animale stesso); o per motivi di natura prettamente medica come in caso di patologie a carico dei testicoli quali neoplasie, gravi lesioni di origine traumatica, orchiti o epididimiti refrattarie alla terapia e patologie legate alla produzione endogena di androgeni come l’iperplasia prostatica benigna, l’adenoma perianale e l’ernia perianale.

Possibili problematiche legate alla castrazione sono invece: i rischi relativi alla chirurgia come eventuali emorragie in caso di cedimento delle legature sui vasi (veramente bassi se tale metodica è eseguita da medici veterinari qualificati); i rischi anestesiologici legati alle condizioni di salute dell’animale (basta eseguire degli esami del sangue pre-operatori per escludere problemi metabolici) o ad eventuali allergie agli anestetici utilizzati (anche questi molto bassi); tendenza degli animali ad ingrassare (basta seguire le indicazioni del medico veterinario modificando l’apporto quali/quantitativo dell’alimento); modifica del carattere dell’animale che diventa più calmo e trattabile (ma questo era uno dei vantaggi!) e ultimi, ma non meno frequenti, motivi di natura psicologica da parte del proprietario che si "immedesima" nel proprio animale.

Fonte www.canigattieco.com/cani/articoli-cani.aspx?id_articolo=14

Un video del Dott. Roberto Bonetti, che ha accettato di collaborare con noi. Buona visione :)

<iframe title="YouTube video player" width="640" height="390" src="http://www.youtube.com/embed/uUWnMhC2reI" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

_________________
Immagine

Immagine


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 1 messaggio ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron


Style by Chihuahua City