Modifica la dimensione del carattere


Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 1 messaggio ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Pettorina o Collare?
MessaggioInviato: 2 gennaio 2012, 13:47 
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 18 luglio 2011, 18:19
Messaggi: 212
Località: Torino
Nome del tuo Chihuahua: Muttley
città: Torino
Immagine

Questa è una domanda che assilla molti proprietari, anche perché a riguardo ci sono molte filosofie.
C'è chi approva la pettorina e chi abolisce il collare, e viceversa.
Per quanto mi riguarda anche in questo caso io penso che la verità stia nel mezzo; quindi DIPENDE dalle situazioni, dal cane e dal suo conduttore.
In commercio troviamo un gran numero di articoli, dai collari fissi, in cuoio, nailon, a catena, a strozzo a semi-strozzo, ai collari con le punte (l'uso di questi collari è al quanto discutibile), pettorine normali, pettorine che stringono alle scapole per indurre il cane a tirare meno (anche questo articolo secondo mè al quanto discutibile).
E anche per quanto riguarda la filosofia degli Educatori Cinofili ne troviamo di tutti i tipi; tutti convinti di quel che dicono e fermi sulle loro posizioni.
Ma analizziamo la cosa nei piccoli particolari, e poi traiamo le nostre conclusioni.

LA FILOSOFIA PER MOLTI E'…

Quella di mettere nelle migliori condizioni sia il cane che l'uomo, togliendo al cane il fastidio del collare e permettendo al bipede di rilassarsi al meglio con il cane.

STUDIO TECNICO DELLA PETTORINA
Come avviene per tutte le invenzioni, prima di metterle in commercio vengono analizzate in laboratorio, per studiarne i benefici, e per garantire lo scopo dell'utilizzo.
E da osservazioni fatte si è dimostrato che la pettorina migliora la salute fisica del cane togliendogli tutte quelle sollecitazioni procurate dal collare sia a livello delle vertebre e della trachea (causa di tracheiti), procurandogli quel fastidioso soffocamento, che lo porta ad irritarsi e quindi a tirare ancor di più
(fuggire da un fastidio).
Quindi non solo i collari portano danni fisici ma anche comportamentali.

Ma occorre come in tutte le cose fare anche attenzione all'uso della pettorina e al tipo.
Un cane che tira al guinzaglio tirerà anche alla pettorina.
Come vale per tutti i presidi DIPENDE SEMPRE DAL PROBLEMA - DAL CANE - DAL PADRONE .
Quindi se un cane tira anche con la pettorina dovremo portare attenzione che quest'ultima non crei sollecitazioni alle spalle del cane (soprattutto se il soggetto è ancora in fase di crescita) causando con il tempo problemi articolari.
C'è da ricordarsi che se il padrone non ha insegnato al proprio cane la condotta tradizionale al guinzaglio non saprà neanche andare con la pettorina.

Facciamo attenzione anche al tipo di pettorina indossata dal nostro cane, secondo me le migliori sono quelle del tipo cane poliziotto, o quelle che non danno sollecitazioni alle spalle.
Per quanto riguarda quelle educative che stringono sul petto del cane dando una sollecitazione negativa per ridurre lo stimolo di tirare io le considero pari ad un guinzaglio a strozzo con le punte.

ETOLOGICAMENTE CHE IMPORTANZA CHE IMPORTANZA RIVESTE IL COLLO DEL CANE???

Preservare il collo del cane da sollecitazioni errate è molto importante per la salute dello stesso.
Ma quale altra funzione riveste il collo???
Se siamo degli attenti osservatori ci sarà capitato di vedere i nostri cani strattonarsi per il collo giocando; infatti attraverso queste movenze "comportamenti sociali" il cane comunica il suo ruolo agli altri cani.
Attraverso la "presa al collo" i nostri amici a 4 zampe riescono ad ottenere il RISPETTO dei loro simili, per quello una pessima condotta al guinzaglio, fatta da strattoni, anche il semplice giocherellare con il guinzaglio da parte del bipede può indurre segnali sbagliati e portare il cane alla confusione.
Ci sarà anche capitato di vedere due cani al guinzaglio che s'incontrano con i rispettivi padroni, vedere uno dei due allontanarsi per mille svariate ragioni ( paura perché magari l'altro soggetto è più grosso, paura perché magari è di una razza che non piace…), questo atteggiamento è poco educativo, primo perché si sta inviando un messaggio errato ai cani; a quello che si allontana gli si sta dicendo "di aver paura di quel cane o di quella situazione" e a quello che rimane, si sta rafforzando la sua Auto stima o dominanza se è un soggetto particolarmente vivace. In natura se riflettiamo chi se ne và di solito è lo sconfitto e chi resta il vincitore; secondo perché di solito questo atteggiamento avviene mediante strattone.
Quindi a questo proposito se non vogliamo far incontrare due cani, cerchiamo di portare l'attenzione del nostro cane su di noi, ed evitiamo l'ostacolo con naturalezza, senza trasmette al nostra ansia al nostro amico a 4 zampe.
Si è fatta anche un'altra osservazione con l'incontro di due cani agganciati alla pettorina e si è visto che non essendo influenzati dal nostro controllo sul collo i cani si sentono più liberi di esprimere la loro posizione gerarchica senza incappare in fraintendimenti.

PERO' FACCIAMO ATTENZIONE

1. Come ho già detto altre volte sarebbe meglio che i cani s'incontrassero liberi, da ogni costrizione (collare, pettorina). Il cane deve sentirsi libero di comunicare o libero di andarsene, e non ci devono essere intromissioni o costrizioni da parte dell'Uomo.
2. Invece se si decide di far avvicinare due cani e i cani sono tenuti al guinzaglio (collare o pettorina) chi li conduce deve essere consapevole delle eventuali reazioni che i cani potrebbero avere, e quindi assumersi le sue responsabilità a riguardo se ha deciso per quell'incontro ed entrambi i proprietari devono essere d'accordo. Si deve dimostrare d'essere calmi, rilassati e sicuri, il guinzaglio deve rimanere morbido e non teso seguendo o assecondando i movimenti dei cani. Importante il guinzaglio non deve subire strattoni o tensioni.

RICAPITOLANDO

Come abbiamo visto e analizzato sia il collare che la pettorina possono risolvere o peggiorare la situazione, tutto DIPENDE anche da quanto impegno l'uomo ci mette per costruire un buon rapporto con il cane e da quanto buon senso l'uomo utilizza gli ausili messi a sua disposizione dal mercato per rendere e per migliorare la sua convivenza con il suo 4 zampe.
Se ci soffermiamo su questo passaggio,potremo renderci conto che il 98% degli articoli in commercio, sono stati creati non per rendere la vita più felice al cane, ma rendere la vita più comoda a noi.
Noi uomini indaffarati, con poco tempo da dedicare ai nostri amici, sempre alla ricerca di una strada facile, comoda e poco dispendiosa che ci porti subito alla risoluzione del problema, come nel caso della pettorina anche se meno dannosa per la salute del cane, a volte non è risolutiva al problema del cane che tira.
Infatti con i cani di grossa taglia diventa ancora più ingestibile la passeggiata perche sentendosi meno costretti, e più liberi nei movimenti, finiscono per tirare come dei dannati, con il rischio per il bipede di finire a terra come un salame.
Inoltre io la sconsiglio per quei soggetti particolarmente dominanti o irruenti, trattenendoli soltanto per la pettorina non si ha il controllo sulla testa, quindi in una situazione di conflitto con persone o animali l'azione di controllo sulla testa risulterà difficile o quasi impossibile (cani taglia medio, medio grande, grande).

USIAMO IL BUON SENSO

Dobbiamo capire perché il nostro cane tira.
Per non far si che il cane tiri, occorre:

* Abituarlo da piccolo ad accompagnarci nelle nostre passeggiate, anche andare semplicemente al bar a prendere un caffè o le sigarette, è motivo di sfogo per lui, inoltre è un occasione per noi di instaurare un buon rapporto e diventare per lui un punto di riferimento al di fuori del territorio di casa.
* Farlo giocare
* Farlo socializzare con altri cani.
* Farlo sgambare ogni tanto, in campagna lontano dalle strade trafficate, o nelle aree adibite ai cani, oppure al campo d'addestramento.
* Buona relazione Uomo - Cane, la buona relazione si costruisce giorno dopo giorno.
* Buona conduzione, a volte la conduzione nasce spontanea a volte no, quindi se non ci riusciamo facciamoci aiutare da figure competenti, e correggiamo i nostri sbagli.
* Se non possiamo portarlo fuori durante al giornata perché siamo al lavoro, incarichiamo una persona di fiducia che lo faccia per noi, così d'alleviare lo stress nel cane lasciato solo per ore a casa, evitando che scarichi la sua frustrazione sui nostri oggetti cari, inoltre per fargli espletare non solo i suoi bisogni ma anche quell'attività chiamata esplorazione. Il cane uscendo annusa, marca il territorio, comunica agli altri la sua presenza, inoltre si muove. Un cane che sta rinchiuso in casa per ore è paragonabile ad un giocattolo caricato a molla.
* Se il cane tira, cerchiamo di capirne le cause, magari abbiamo mancato in qualcosa, ricordatevi che non esistono cani cattivi ma cattivi padroni e gli errori dei cani, sono sempre dovuti a delle nostre mancanze.

Una volta capita la causa e trovata la soluzione del problema, solo allora potremo scegliere cosa fargli indossare al nostro cane:
COLLARE O PETTORINA???

NON SMETTERO' MAI DI DIRLO

La maggior parte dei problemi dei nostri cani sono legati a nostre mancanze o da comportamenti errati, quindi prima di dare la colpa al nostro Amico fermiamoci e analizziamoci per primi.

ANEDDOTO

Circa un anno fa venni contattata dal Sig.XY il quale aveva un problema che andava via via peggiorando con la sua metticciona,un incrocio di Pastore Tedesco.
La quale riusciva a trasformare le semplici passeggiate in vere e proprie corse ad ostacoli,oltre a tirare non riconosceva la Leadership del suo conduttore.
Il Sig. XY era disperato, e arrabbiato e più aumentava la rabbia più peggiorava il rapporto.
Ascoltai i suoi problemi, e il suo sfogo, gli dissi quello che pensavo, ammetto di non aver girato intorno al problema con mille discorsi, era evidente una mancanza da parte sua.
Confidai nel fatto, che se Lui era venuto da me era perché voleva recuperare la situazione.
Misi subito in evidenza che io non possedevo soluzioni facili, e che se voleva vedere dei miglioramenti doveva metterci impegno.
Il primo compito che gli diedi da fare era quella di portare fuori almeno 2 volte al dì la cucciolona, con una passeggiata almeno di un ora, tutti i santi giorni della settimana e di coinvolgere la piccola anche nelle passeggiate più brevi, come andare a prendere le sigarette o bersi il caffè al bar.
Dopo una settimana li rividi, il comportamento era leggermente migliorato, non feci nulla gli dissi di continuare così…
Li rividi dopo un paio di settimane, al terzo incontro si potevano vedere i miglioramenti, la piccola risultava allegra; a quel punto iniziammo a lavorare sulla condotta.
Il nostro rapporto si concluse al sesto incontro.
Fui felice di vedere la soddisfazione negli occhi del Sig. XY, il mio più grande piacere era vederli insieme, finalmente sereni..
Trovò talmente piacere nelle passeggiate che le uscite aumentarono sia nel numero che nel tempo…tanto da trovare monotono uscire da solo, inoltre capì anche che il malessere della sua cagnolina non era solo legato a una mancanza di sfogo ma anche a una mancanza di rapporto; colmate queste alcune tutto tornò alla normalità.
Gli ho rivisti dopo un anno al Parco, felici di camminare uno accanto all'altro.

Testo di Katia Verza
Fonte: www.sulleormedellupo.it/pettorina_o_collare.html

_________________
Immagine
Immagine


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Scrivi un nuovo argomentoRispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 1 messaggio ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron


Style by Chihuahua City